Trattamenti

Sigillatura dentale

La sigillatura dei denti è una metodica consolidata di prevenzione della carie conosciuta e applicata in tutto il mondo.
Una panoramica sulla sigillatura dentale

Una metodica preventiva

Le superfici di molari e premolari presentano delle fessure che li rendono vulnerabili alla carie. Queste scanalature possono risultare profonde, difficoltose da pulire e persino più sottili di una setola dello spazzolino. I sigillanti dentali offrono una protezione aggiuntiva contro l'insorgenza della carie nelle aree con piccoli solchi.
Sigillatura dentale al centro Greco Dental Care a Bolzano

Prevenire le carie in età pediatrica

Una delle metodologie per prevenire la carie in età pediatrica è la sigillatura dentale. Si tratta di una metodica non invasiva e indolore il cui scopo è quello di chiudere le irregolarità dei solchi e fossette di molari e premolari permanenti e, in casi specifici, anche dei molaretti da latte. Queste, infatti, sono le superfici più esposte alla ritenzione della placca batterica e quindi all’insorgenza della carie.

Secondo il più recente aggiornamento, si consiglia la sigillatura dei 4 primi molari permanenti, che erompono attorno ai 5-7 anni e che non sostituiscono nessun dente da latte, non oltre i primi 2 anni dall’eruzione. Si stima che si verifichi una riduzione del 74% nell’insorgenza della carie nei successivi 15 anni. La sigillatura dentale non va rimossa ma è soggetta ad abrasione spontanea nel tempo.

Applicazione di gel e vernici fluorate

Una metodica preventiva molto utile, specialmente nei bimbi che presentano un’elevata suscettibilità alla carie, è quella di applicare, nello studio odontoiatrico, ad intervalli periodici (3-4 mesi) dei gel o delle lacche di facile applicazione ad alto contenuto di fluoro.
In alternativa, il paziente può applicare a casa gel, paste e dentifrici con minori concentrazioni di fluoro.

Come ampiamente dimostrato, infatti, l’applicazione topica di fluoro è una delle metodiche preventive più efficaci per evitare l’insorgenza della carie in adulti e bambini.

Prenota una visita

    FAQ

    Domande Frequenti

    Quali denti sigillare?


    Si raccomanda sempre la sigillatura dei primi e secondi molari permanenti, e se raccomandato dall’odontoiatra pediatrico anche dei primi e secondi premolari permanenti.
    Talvolta si può consigliare anche di sigillare i molari da latte per prevenirne la carie se il bambino è altamente cariorecettivo.

    Quando sigillare i denti?


    Si consiglia a tutti la sigillatura dei primi e secondi molari permanenti, purché sia effettuata entro i primi due anni dall’eruzione, tempo in cui il dente permanente completa la sua maturazione e si dimostra più soggetto alla carie.

    Si raccomanda vivamente la sigillatura dei molari permanenti per tutti quei bambini che sono a più alto rischio di carie (presenza di carie sui denti da latte e abitudini igienico/alimentari sfavorevoli) e quando i solchi di questi denti appaiono molto profondi e accentuati con maggiore facilità a trattenere la placca.

    Quanto dura la sigillatura?


    La durata della sigillatura è variabile ma dovrebbe essere di almeno 2-3 anni per garantire la protezione dei solchi nel periodo in cui il molare completa la sua mineralizzazione e diventa più resistente agli attacchi acidi che provocano la carie. La sigillatura si consuma nel tempo e può durare anche molti anni ma non va rimossa. Se dovesse durare meno di 2-3 anni va rifatta ed è quindi raccomandato il controllo periodico da parte dell’odontoiatra.

    I sigillanti sono tossici?


    Questo tema è stato ampiamente dibattuto e anche completamente chiarito. Le resine sigillanti sono del tutto atossiche e quindi sicure al 100%.

    La sigillatura dei denti evita carie in tutta la bocca?


    Sigillare i molari nei solchi occlusali non può chiaramente mettere a riparo tutta la bocca dal rischio di carie e nemmeno purtroppo i molari stessi. Innanzitutto l’efficacia della sigillatura dipende molto dalla tecnica con cui viene eseguita e ancor di più dal mantenimento dell’igiene domiciliare da parte del paziente e dalle sue abitudini alimentari. Inoltre, la sigillatura protegge dalla carie solo la superficie masticatoria dei molari ma non, per esempio, quella interprossimale dove frequentemente si origina la carie.

    Per evitare carie in queste zone è sempre indispensabile attenersi alle istruzioni igienico/alimentari e utilizzare regolarmente il filo interdentale.

    I denti sigillati devono essere lavati normalmente?


    La risposta è si. La tecnica di igiene è la stessa per i denti sigillati.

    La sigillatura dei denti è indicata per tutti i bambini?


    Come già detto, la sigillatura è raccomandabile per tutti i bambini ma ci sono indicazioni più forti per quelli che presentano maggior rischio di carie. Questo rischio, calcolato in base a più fattori, deve essere valutato sempre dall’odontoiatra pediatrico in fase di prima visita.

    Si possono sigillare anche i molari degli adulti?


    La sigillatura, se eseguita correttamente, può soltanto conferire una protezione ai molari dal rischio della carie, quindi non ci sono controindicazioni a farlo anche in età adulta. Tuttavia, poiché i molari maturano nel giro di 2-3 anni, è più efficace e sensato effettuarla nel periodo che va da circa i 6-7 anni per i primi molari e i 12-13 anni per i secondi molari, quando questi denti sono appena erotti e più suscettibili alla carie. Inoltre i bambini hanno generalmente meno facilità a pulire correttamente i propri denti rispetto agli adulti, a meno che non siano i genitori ad aiutarli.

    La sigillatura dei denti è dolorosa?


    La sigillatura non è assolutamente dolorosa.

    Si tratta di una metodica non invasiva, senza sacrificio di tessuto dentario, a meno che non sia richiesta una fissurotomia (minima apertura dei solchi con una fresa apposita), quando il molare è stato già interessato da una lesione cariosa in fase del tutto iniziale. Ma anche in questo caso, il trattamento è del tutto indolore perché interessa lo strato superficiale dello smalto, dove non ci sono terminazioni nervose.

    La sigillatura, però, viene eseguita, specie per i molari inferiori, con uso della diga di gomma che isola il dente dalla saliva e consente un migliore risultato nel tempo. Per applicare l’uncino che regge la diga, poiché esso potrebbe infastidire lievemente la gengiva, si procedere ad applicare un gel anestetico locale intorno al dente.