Trattamenti

Odontoiatria pediatrica

L’odontoiatria infantile, oggi meglio definita “odontoiatria pediatrica”, sta all’odontoiatria come la pediatria sta alla medicina.
Una panoramica sull'odontoiatria pediatrica

Educazione alla cura

L'odontoiatria pediatrica è una disciplina che si occupa delle problematiche del bambino a 360 gradi, con un compito aggiuntivo, quello di curare anche l’educazione dei bambini nei confronti di questa branca dell’odontoiatria.
odonotoiatria pediatrica per la prevenzione dei bambini

L'importanza del giusto approccio psicologico del professionista

Le più recenti linee guida elaborate dal Ministero della Salute e revisionate a Settembre 2017 indicano che è consigliabile che la prima visita odontoiatrica venga fatta verso i 18/24 mesi, a prescindere dalla presenza o meno di problemi dentali (Wolfe et al. 2006, Scottish Intercollegiate Guideline Network 2006).

Questa raccomandazione ha l’obiettivo di creare una prima esperienza positiva del bambino con la figura dell’odontoiatra pediatrico e a mettere in pratica le corrette misure preventive per la salute dei denti da latte del bambino, molto esposti alla patologia cariosa.

Il giusto approccio psicologico, adottato dal professionista, consente di aiutare il bambino a superare eventuali paure, talvolta trasmesse inconsapevolmente dai genitori divenuti odontofobici a causa di esperienze negative pregresse, e di affrontare con serenità lo studio odontoiatrico, con gli odori e i rumori, non sempre piacevoli, che lo caratterizzano.

I professionisti specializzati nell’odontoiatria pediatrica presenti nel nostro Centro si occupano di visitare bambini fin dalla più tenera età, di effettuare misure di igiene e prevenzione e, in caso di patologie, di mettere in atto tutte le terapie necessarie per la cura della salute del cavo orale dei più piccoli, con un attento approccio psicologico.

Prenota una visita

    FAQ

    Domande Frequenti

    A che età mio figlio deve iniziare a lavarsi i denti?


    Il Ministero della Salute raccomanda, nelle più recenti linee guida, di iniziare a detergere le gengive del neonato già prima della comparsa dei primi dentini mediante garze di cotone imbevute di acqua o soluzione fisiologica o guantini e spazzolini da dito reperibili in commercio. Infatti è fondamentale rimuovere i residui e la placca dopo ogni poppata già prima che erompano i primi dentini.

    A seguito della comparsa del primo dentino, è importante poi dotarsi di uno spazzolino morbido adatto all’età del bambino a cui si potrà da subito associare una puntina di dentifricio della giusta composizione e concentrazione di fluoro come suggerito dal proprio odontoiatra pediatrico.

    Come posso preparare mio figlio alla prima visita odontoiatrica?


    Quando il bambino viene portato alla prima visita odontoiatrica per un semplice controllo, in assenza di dolore, egli non percepirà generalmente nessuna ansia o timore ad essa collegato.

    Quindi, è fondamentale che i genitori non raccontino prima cosa accadrà durante questa visita per non creare, inconsapevolmente, paure o stress inutili. L’odontoiatra pediatrico saprà come illustrare al bambino in anticipo tutto quello che farà, in modo giocoso e se possibile con un pizzico di divertimento.

    Se il bambino è già in età di poter capire, i genitori possono semplicemente dirgli che il dottore dei denti controllerà che essi siano bianchi e puliti. Quando, invece e purtroppo, la prima visita avviene per urgenza (nel caso dei traumi) o per un dolore dentario (carie), il bambino avrà già vissuto un’esperienza spiacevole legata ai denti e al cavo orale e sarà ancora più importante che i genitori non preparino in alcun modo il bambino magari con frasi dalle ripercussioni molto negative del tipo: “il dentista userà il trapano”, “ ti toglierà il dente”, “ti farà un po’ male”, spesso legate al nostro spiacevole vissuto odontoiatrico ma che fortunatamente possiamo evitare al nostro bambino rivolgendoci da subito ad un odontoiatra pedodontico.

    Cosa devo fare se mio figlio ha un dente da latte cariato?


    Se ci si accorge che il proprio bambino ha una carie su un dente da latte è necessario fissare subito una visita dall’odontoiatra pediatrico al fine di confermare la diagnosi e procedure alla cura ma ancora più importante per approfondire e interrompere le cause che l’hanno provocata, mettendo al sicuro da nuove carie sia gli altri denti da latte sia quelli permanenti già presenti o che ancora devono erompere.

    In attesa della visita, è bene pulire con accuratezza almeno due volte al giorno il dente cariato e tutti gli altri utilizzando dentifrici fluorati adatti all’età.

    A che età devo portare mio figlio alla sua prima visita dentistica?


    Le più recenti linee guida del Ministero della Salute, consigliano di portare il bambino alla prima visita odontoiatrica già all’età di 18/24 mesi.

    In media sappiamo che i genitori portano i propri figli alla prima visita solo all’età di 6 anni in concomitanza con la caduta dei primi dentini da latte e l’eruzione dei permanenti. Purtroppo sappiamo anche che a questa età è già molto tardi per fare prevenzione, in quanto la maggior parte delle carie sui denti da latte insorge già all’età 1,5-3 anni quando le abitudini di igiene orale inadeguate e l’alimentazione scorretta hanno già intaccato il fragile tessuto duro di questi dentini.
    Senza contare che a 6 anni spesso sono già erotti i primi molari permanenti, la cui eruzione sfugge alla maggior parte dei genitori, non essendo preceduta dalla caduta di alcun dente da latte.

    Non è infrequente vedere carie su questi denti anche poco dopo o durante la loro eruzione, essendo lo smalto in maturazione e molto suscettibile alla carie per almeno 2-3 anni. Non consideriamo poi l’importanza di interrompere abitudini viziate per tempo quali il ciuccio o il succhiamento del dito.

    Appare chiaro adesso come una prima visita, in tenera età, consiste di un esame clinico del cavo orale del bambino ma soprattutto di un colloquio con i genitori per trasferire loro tutte le informazioni importanti per la prevenzione o rapida intercettazione di carie o malocclusioni.