Trattamenti

Intarsi dentali

L’ intarsio dentale è un manufatto utilizzato nel campo dell’estetica dentale per curare i denti posteriori della bocca che abbiano subito una perdita importante di tessuto duro.
Una panoramica sull'intarsio dentale

Recupero estetico e funzionale

Un intarsio dentale, detto anche restauro indiretto, è un manufatto che viene utilizzato nei denti posteriori della bocca (molari e premolari), quando la cavità creata dalla carie è troppo estesa per essere curata con un’otturazione in composito, in quanto rimarrebbe troppo poco tessuto sano residuo circostante.
cos'è l'intarsi -greco dental care a bolzano

Resistenza, biocompatibilità e precisione

I denti posteriori devono sopportare un carico masticatorio superiore a quello dei denti anteriori e questa condizione potrebbe renderli troppo fragili e incorrere in una frattura dentale.

L’intarsio dentale è detto restauro indiretto perché viene eseguito dal laboratorio odontotecnico e quindi il restauro non può essere realizzato in un’unica seduta.

Benefici del trattamento

I vantaggi di un intarsio dentale rispetto ad un’otturazione in composito sono moltissimi.

Il primo è sicuramente la resistenza ai carichi masticatori perché esso viene realizzato in materiale ceramico che si dimostra molto più duro del classico materiale composito di un’otturazione diretta.
Il secondo vantaggio deriva dal fatto che esso viene progettato in laboratorio con macchine fresatrici che garantiscono una cura dei dettagli con altissimo grado di precisione del manufatto.

L’intarsio migliora chiaramente l’armonia dell’elemento dentale ricostruito con un migliore adattamento ai denti attigui. Il punto di contatto fra l’elemento ricostruito e i denti vicini viene realizzato in modo molto più preciso evitando i classici accumuli di cibo che spesso si creano fra un dente e l’altro quando gli elementi sono ricostruiti con otturazioni dirette.

Non meno importante è il vantaggio della durata della ricostruzione, sicuramente superiore a quella di un’otturazione semplice. La ceramica infatti non si altera a contatto con la saliva e gli acidi dei cibi e come si è detto è nettamente più resistente del composito. La durata di un intarsio può essere praticamente a vita, a patto che si mantenga un ottimo controllo della placca batterica. Infine bisogna ricordare la biocompatibilità maggiore del materiale ceramico e la sua migliore resa estetica.

Fasi principali

Per realizzare un intarsio dentale sono generalmente necessarie due sedute.
Nella prima viene pulita la carie dentale e il dente viene preparato per poter accogliere nella seconda seduta l’intarsio.

Il dentista procede poi a rilevare un’impronta digitale attraverso uno scanner intraorale che fornisce un’immagine estremamente dettagliata dell’elemento dentale interessato. Si realizza cosi, attraverso questa impronta, un modellino tridimensionale che viene impiegato dal laboratorio odontotecnico per realizzare l’intarsio.
Al termine della prima seduta si applica un materiale da otturazione provvisorio per proteggere il dente prima del restauro definitivo. Nella seconda seduta viene fissato l’intarsio dentale con uno speciale cemento che lo incolla al dente.

Prenota una visita

    FAQ

    Domande Frequenti

    L’applicazione di un intarsio è dolorosa?


    Come avviene per un normale trattamento conservativo diretto, anche in questo caso si procede ad effettuare una preanestesia con gel anestetico, seguita da una classica anestesia della zona da trattare, in modo che il paziente non avverta alcun fastidio durante il trattamento.
    Nella seconda seduta di applicazione dell’intarsio, invece, non è necessaria alcuna anestesia perché la procedura è del tutto indolore.

    Un intarsio dentale è molto costoso?

    Il costo di un intarsio dentale è superiore a quello di una otturazione diretta per due motivi principali: il materiale più costoso con cui è realizzato e la necessità di produrre il manufatto nel laboratorio odontotecnico. Il costo finale è poi variabile a seconda dell’entità della cavità da ricostruire.