Blog

Cosa fare se ho un ascesso dentale?

Cosa fare se ho un ascesso dentale?

L’ascesso dentale rappresenta sempre un episodio molto sgradevole nella vita di un individuo perché è spesso associato a forte dolore, gonfiore e difficoltà ad alimentarsi. Può colpire sia i bambini che gli adulti.

Cosa è un ascesso dentale?

Per ascesso dentale si intende un rigonfiamento gengivale apicale ad un elemento dentale dovuto alla raccolta di pus; prima che questo si formi, soprattutto nei denti permanenti, si verifica uno stato di pulpite (infiammazione pulpare), che è molto dolorosa.

Nel caso più comune di ascesso periapicale, la polpa dentaria si infetta a causa dei batteri che riescono a raggiungerla attraverso un processo carioso. Le carie non trattate per tempo, infatti, possono iniziare nello smalto, per poi penetrare nel tessuto sottostante (dentina) e infine raggiungere la parte vitale del dente, ovvero la polpa. A differenza dei tessuti duri, la polpa è riccamente vascolarizzata e innervata ma chiusa all’interno delle pareti del dente, il che spiega la forte sintomatologia dolorosa associata a un’infezione della polpa: infatti in questi casi all’interno del dente aumenta la pressione e l’apporto di sangue e si formano dei gas che non trovano sbocco. Se l’infezione non viene trattata, può rapidamente portare alla formazione di pus, che si accumula nel tessuto gengivale periapicale, causando spesso un gonfiore pulsante. In questo stadio si ha la necrosi del tessuto con la perdita di vitalità dell’elemento dentale e la comparsa di uno stato cronico infettivo che può comportare un pericolo anche per la salute generale dell’individuo.

Quando la polpa va incontro a necrosi, a volte la sintomatologia dolorosa scompare o si attenua. A volte nel tessuto gengivale rigonfio, si forma un piccolo forellino (fistola) che permette al pus di drenare, con riduzione del gonfiore ascessuale. Tutto questo però non vuol dire che si è guariti, anzi! Lo stato infettivo rimane perché la polpa necrotica è piena di batteri e se il dente non viene correttamente trattato e devitalizzato, questa patologia può mangiarsi l’osso circostante il dente necrotico o addirittura compromettere la salute generale.

Cosa fare se sospetto di avere un ascesso dentale?

Se sospetti di essere affetto/a da un ascesso dentale, la prima cosa da fare è rivolgerti al tuo dentista per la diagnosi corretta.

I sintomi più frequenti sono:

  • dolore spontaneo spesso pulsante;
  • gonfiore;
  • dolore alla masticazione o solo allo sfioramento del dente;
  • aumento dei sintomi con stimoli termici soprattutto con il caldo o quando ci si trova in posizione supina;
  • possibile anche un rialzo febbrile dovuto all’infiammazione.

Durante la visita, è quasi sempre necessario, oltre all’esame clinico della vitalità e dolorabilità del dente e della zona circostante, eseguire un esame radiografico per valutare la presenza di un processo carioso in atto (ascesso periapicale) o di una patologia parodontale (ascesso parodontale). Il dentista valuterà se l’elemento coinvolto può essere curato con trattamenti pulpari o devitalizzazione, oppure se è troppo compromesso per mantenerlo. La visita, seppur urgente, potrebbe non essere immediata (weekend o festivi).

In attesa di recarti dal tuo dentista, se sei un paziente adulto senza allergie, puoi assumere farmaci antidolorifici come i Fans (farmaci antinfiammatori non steroidei), dormire in posizione sollevata e, in caso di gonfiore gengivale, fare degli impacchi con acqua tiepida e sale per favorire il drenaggio del pus. Per i bambini valgono gli stessi consigli, prestando attenzione all’uso di farmaci antidolorifici adeguati all’età. L’uso di antibiotici non è sempre necessario e verrà eventualmente indicato dal tuo dentista. Nel caso in cui, oltre al gonfiore gengivale, noti anche un notevole gonfiore del volto con rialzo febbrile (sia per gli adulti che per i bambini) sarà consigliabile recarsi urgentemente per un controllo anche al pronto soccorso, se non riesci a recarti dal tuo dentista di fiducia.

Come prevenire un ascesso dentale?

L’unico modo per prevenire un ascesso dentale è sottoporti a visite di controllo e sedute di igiene periodiche.

PRENOTA UNA VISITA

    +39 0471 168 1441

    È un'emergenza? Chiamaci!